sfondo studio legale online
menu studio legale  MENU

domande e risposte DOMANDE E RISPOSTE / SUCCESSIONI E DONAZIONI

Come si divide l'eredità nella successione legittima?

Nella successione legittima, cioè in assenza di testamento, le quote che spettano a ciascun erede sono stabilite dagli artt. 565-586 del codice civile.

  1. SUCCESSIONE DEI SOLI FIGLI
    La presenza di figli esclude la successione degli altri parenti, ad eccezione del coniuge. Pertanto, se vi sono figli e manca il coniuge (art. 566 c.c.), i primi hanno diritto a tutto il patrimonio ereditario, da dividersi fra loro in parti uguali
    quote successione se solo figli

  2. SUCCESSIONE DEI FIGLI E DEL CONIUGE
    Se sopravvivono sia i figli che il coniuge bisogna distinguere due ipotesi (art. 581 c.c.):
    1. se il figlio è uno solo, metà dell'eredità spetta a lui e metà al coniuge
      quote successione se figlio e coniuge
    2. se i figli sono più di uno, a questi vanno i due terzi (da dividersi in parti uguali) e il residuo terzo va al coniuge
      quote successione se più figli e coniuge

  3. SUCCESSIONE DEL CONIUGE, DEGLI ASCENDENTI (GENITORI O NONNI) E DEI FRATELLI
    Se sopravvive solo il coniuge (art. 583 c.c.) a lui spetta l'intera eredità
    quote successione se solo coniuge
    Se concorrono coniuge, ascendenti e/o fratelli (art. 582 c.c.), al coniuge spettano i due terzi della eredità e ai genitori e fratelli complessivamente un terzo (ma al genitore, o ai genitori complessivamente, deve riservarsi almeno 1/4 dell'eredità)
    quote successione se coniuge, genitori e fratelli
    Se vi sono solo i genitori, spetta loro tutta l’eredità (art. 569 c.c.)
    quote successione se solo genitori
    Se vi sono solo fratelli e sorelle, l’eredità si divide fra loro in parti uguali (art. 570 c.c.)
    quote successione se solo fratelli
Autore: Avv. Andrea Totò
Ultima modifica: 25/07/2017

indietro avanti

avvisoATTENZIONE: I contenuti di questa pagina si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato. Per ottenere un parere legale in ordine alla questione giuridica che interessa è possibile richiedere una consulenza legale on-line oppure fissare un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale presso la sede di Milano o di Roma.
Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle presenti informazioni.

©2003-2017 / Studio Legale online / Roma / Milano
Tutti i diritti riservati / All Rights Reserved

W3 validator

Privacy / Informazioni legali / Deontologia