sfondo studio legale online
menu studio legale  MENU

domande e risposte DOMANDE E RISPOSTE / SUCCESSIONI E DONAZIONI

Quale parte dell'eredità è riservata al coniuge, ai figli e agli altri eredi, e a quanto ammonta la quota disponibile?

Nella successione testamentaria la legge riserva una porzione di eredità ad alcune categorie di eredi, detti legittimari (coniuge, figli e ascendenti) (artt. 536-572 cod. civ.). La parte non soggetta a tale riserva è detta quota disponibile.

Se il defunto lascia un solo figlio, a questi è riservata la metà del patrimonio (art. 537 cod. civ.).
quote successione testamentaria solo un figlio

Se lascia più figli, a loro sono riservati i due terzi dell’eredità, da dividersi in parti uguali (art. 537 cod. civ.).
quote successione testamentaria più figli

Se vi è solo il coniuge, a questi è riservata la metà del patrimonio (art. 540 cod. civ.). Al coniuge spetta inoltre il diritto di abitazione della casa adibita a residenza familiare e il diritto d'uso dei mobili che la arredano, sempre che siano di proprietà del defunto o comuni.
quote successione testamentaria coniuge

Se sopravvivono coniuge e figli, bisogna distinguere in base al numero della prole (art. 542 cod. civ.):

  1. se il figlio è uno solo, a lui è riservato un terzo dell’eredità e un altro terzo va al coniuge.
    quote successione testamentaria coniuge e un figlio
  2. se i figli sono più di uno, a questi e riservata la metà del patrimonio (da dividere in parti uguali), mentre al coniuge un quarto.
    quote successione testamentaria coniuge e più figli

Se sopravvivono coniuge e ascendenti (genitori o nonni), al coniuge spetta metà del patrimonio e agli ascendenti un quarto (544 cod. civ.).
quote successione testamentaria coniuge e ascendenti

Se vi sono solo ascendenti, a loro è riservato un terzo del patrimonio (538 cod. civ.).
quote successione testamentaria ascendenti

In caso di assenza di legittimari (figli, coniuge o ascendenti) si può liberamente disporre per testamento.
quote successione testamentaria in assenza di legittimari

Autore: Avv. Andrea Totò
Ultima modifica: 10/01/2017

indietro avanti

avvisoATTENZIONE: I contenuti di questa pagina si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato. Per ottenere un parere legale in ordine alla questione giuridica che interessa è possibile richiedere una consulenza legale on-line oppure fissare un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale presso la sede di Milano o di Roma.
Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle presenti informazioni.

©2003-2016 / Studio Legale online / Roma / Milano
Tutti i diritti riservati / All Rights Reserved

W3 validator

Privacy / Informazioni legali / Deontologia